Scheda comune

San Benedetto del Tronto

San Benedetto del Tronto è uno dei maggiori centri rivieraschi dell'Adriatico, ed è località balneare rinomata e molto frequentata, oltre ad essere centro industriale e commerciale. Seppur priva di insenature naturali, all'inizio del XX secolo si è dotata di un bacino artificiale ed oggi è uno dei più importanti porti pescherecci del Mediterraneo.

 

La città ha una felice posizione geografica (centrale rispetto alla penisola italiana, alla costa adriatica e all'Europa centro meridionale) ed è facilmente raggiungibile grazie alla fitta rete viaria, da tutte le direzioni e dalle maggiori città italiane: la collocazione geografica offre, tra l'altro, la possibilità di raggiungere speditamente l'incantevole paesaggio collinare sotto cui è posta, le maggiori alture dell'Appennino centrale (dal monte Vettore al Gran Sasso d'Italia, alla Maiella), i famosi centri storici religiosi, nonchè gli insediamenti archeologici e le città medievali dell'Italia centrale.

 

Ha un territorio non molto esteso, appena 25,65 chilometri quadrati, di cui il 40% è pianeggiante mentre il rimanente sale gradualmente dalla fascia costiera, con ondulazioni collinari, fino a quote massime di 283 metri sul livello del mare. Si affaccia sull'Adriatico per 8,5 chilometri e deve il suo sviluppo graduale ma impetuoso proprio al rapporto con il mare.

 

San Benedetto del Tronto, con decreto del Presidente della Repubblica del 25 ottobre 2000, è stata elevata a Città oltre che per la sua crescita in tutti i settori, in virtù soprattutto dei servizi pubblici offerti nel campo sociale. Dal 1983 è anche sede vescovile preposta alla Diocesi di San Benedetto del Tronto - Ripatransone - Montalto Marche.

 

LA STORIA DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO

Del nucleo abitativo di San Benedetto, definito come Plebs Sancti Benedicti in Albula, dal nome del santo protettore e titolare della chiesa omonima, nonché del torrente che tuttora l’attraversa, si hanno tracce dall’anno 998 in un atto relativo all'investitura del beneficio dei SS. Vincenzo e Anastasio in territorio di Acquaviva Picena, da parte di Uberto, vescovo di Fermo.

 

Sull'origine non si hanno certezze anche se è accreditata l'ipotesi di un nucleo sorto attorno ad una chiesa che avrebbe ospitato le spoglie di San Benedetto martire, soldato romano martirizzato nell'antica Cupra (attuale Cupra Marittima). In passato era stata ritenuta sorgere sul sito dell'antica città di Truentum, poi Castrum Truentinum, oggi identificata con il sito archeologico scavato alla foce del Tronto nel comune di Martinsicuro. Gli storici sostengono, comunque, che alcuni ritrovamenti archeologici testimonierebbero le origini romane, legate all'antica città di Alba Picena, sulla sponda destra dell'Albula.
Il primo significativo mutamento insediativo si ha nel 1145 quando i signori Azzo e Berardo di Gualtiero ottengono l’autorizzazione dal vescovo Liberto di Fermo a realizzare un “castrum” sul colle ove sorge la pieve, pur nel rispetto delle pertinenze di questa.


Nel XIV e XV secolo San Benedetto fu contesa tra Ascoli e Fermo. Nel 1478 un'epidemia di peste, pare portata da turchi, devastò il territorio di San Benedetto decimando la popolazione a tal punto che nel 1491, essendo il paese rimasto pressoché disabitato, su iniziativa del municipio di Fermo che all'epoca ne deteneva la giurisdizione, venne deciso di dare facoltà ad alcuni profughi imolesi di stabilirvisi, concedendo loro terreni in enfiteusi. Oggetto della rivalità tra le città di Ascoli e Fermo, fu per secoli aspramente contesa delle due rivali. Nel 1463 Fermo dette incarico al frate Giacomo della Marca (San Giacomo della Marca) di pronunciarsi quale arbitro nella questione e risolvere le secolari controversie fra Fermo ed Ascoli. Frate Giacomo della Marca il 3 luglio 1463 emise il suo giudizio assegnando la parte bassa di S. Benedetto, oggi corrispondente al territorio a sud del torrente Ragnola, a Monteprandone, garantendo quello sbocco a mare strategico per gli ascolani e annettendo alla giurisdizione di Monteprandone quel Montecretaccio sotto il quale si sarebbe dovuto costruire, ma che poi non fu mai realizzato, il porto suddetto (Porto d'Ascoli).


Saccheggi e devastazioni a varie riprese caratterizzano anche il XVI secolo per cui il paese, seppure di importanza strategica, non riuscì a svilupparsi se non dopo aver riacquistato un po' di tranquillità. È del 1615 la testimonianza di una prima espansione fuori dalle mura, verso il mare, con la costruzione di una chiesetta dedicata alla Madonna della Marina in corrispondenza del luogo dove oggi è situata Piazza Cesare Battisti in prossimità del vecchio Palazzo Municipale. Costruita sul litorale deserto lungo la Via Litoranea che dalla Porta Sud conduceva alla spiaggia, fuori delle mura del borgo antico, fu stimolo per la popolazione a scendere in marina. Nel giro di pochi anni cominciarono a sorgere dei magazzini rudimentali e casupole in cui i pescatori depositavano gli attrezzi da pesca. Parzialmente distrutta dall'inondazione del torrente Albula del 6 luglio 1898, per i danneggiamenti subiti fu chiusa al culto e demolita l'anno seguente, ma non si spense nel popolo sambenedettese la devozione alla Madonna del Mare e una nuova chiesa venne costruita, quella attuale. Nel cortile interno dei locali adiacenti ad essa è tuttora conservata un'epigrafe in latino del 1615, a memoria della fondazione dell'antica chiesetta.


Lo sviluppo demografico del Castro Sancti Benedicti indi di San Benedetto e, successivamente al 1860 del comune di San Benedetto del Tronto, non può che rassomigliare a quello di tanti altri centri rivieraschi dell’Adriatico, ove svolgono un ruolo determinante le immigrazioni, rese necessarie per il ripopolamento sul finire del XV secolo e proseguite fino ai giorni nostri in modo significativo, le incursioni e le catture barbaresche, i rapporti con le popolazioni transadriatiche, le epidemie, le successive e massicce emigrazioni in altri luoghi dell’Italia ed all’estero, talune con caratteristiche specifiche legate ai mestieri del mare. San Benedetto, attraverso questi fenomeni, appare come una vera e propria “testa di ponte” ove si approdava con le barche o si giungeva dai paesi dell’interno e ci si stanziava, magari per ripartire per altri lidi, ma sempre lasciando tracce di quegli apporti demografici. Ciò è particolarmente significativo dal XVIII secolo, quando la pesca fa da motivo di attrazione e la viabilità costiera, resa più agevole e sicura, ne fa uno snodo tra lo Stato Pontificio ed il Regno di Napoli.


Il XVIII è il secolo nel quale la popolazione sambenedettese inizia ad uscire dal sovraffollato quartiere castello dopo aver invaso con le nuove costruzioni lo spazio di rispetto delle mura fortificate e talvolta scavalcate queste verso i giardini sottostanti, accompagnato dall’espansione lungo e al di sotto della strada “Lauretana” (l’attuale statale 16) indi dei "paiarà" (toponimo del primo insediamento sviluppatosi sulle terre sottratte al mare, che deve il proprio significato da quelle case costruite con paglia impastate con argilla).
Il restante territorio della marina è ancora inabitabile a causa degli acquitrini che vi si sono formati con il ritirarsi della costa e la campagna vede solo rare case coloniche. In proseguo di tempo, con la relativa conquista e bonifiche delle terre alla marina, buona parte delle circa 6000 anime che costituivano la popolazione sambenedettese nel 1850, abitavano già nella loro maggioranza nel quartiere Marina che arricchiva la nomenclatura delle contrade portandola da nove a dodici.


Sono soprattutto i pescatori, i calafati, gli sciabicotti, i pescivendoli ed i facchini di marina che per una maggiore comodità professionale si insediano al di sotto della Strada detta Lauretana. Il centro sociale, civile e di conseguenza economico non è più individuabile all’interno delle mura del Castello, ove la maggior parte dei residenti ora sono pochi artigiani con le loro botteghe, i benestanti, ed alcuni possidenti agricoli. Qualche marinaio abita ancora nel quartiere Castello ma ciò rappresenta un’eccezione rispetto alla maggioranza che occupa lo spazio sotto le mura orientali.
Nel 1793 ci fu il primo intervento urbanistico organizzato, nel 1851 la cittadina contava appena 5.351 abitanti (censimento dello Stato Pontificio). Nel 1860 i Cacciatori della Alpi liberano la città dal dominio della Chiesa. Nel 1863 la costruzione della linea ferroviaria adriatica costituì un passaggio storico per tutto il territorio. Negli stessi anni aprivano i primi stabilimenti balneari e l'amministrazione del sindaco Secondo Moretti delineò la vocazione turistica della cittadina. Risale al 1896 il Regio Decreto che concede a San Benedetto l'attributo del Tronto.
Nel 1907 comincia la costruzione del porto peschereccio, il cui ultimo ampliamento è del 2000. Nel 1912 avviene il varo del primo peschereccio a motore in Italia, il "San Marco" , su concezione del monsignor Francesco Sciocchetti.


Nel 1935 un decreto regio annette, dopo molti tentativi avvenuti negli anni precedenti, la frazione Porto d'Ascoli (frazione fino al 1961, anno in cui viene ufficialmente incorporata al comune) staccandola dal piccolo comune di Monteprandone, per motivi di convenienza territoriale in quanto San Benedetto è in piena espansione e necessita di spazio.
Il 18 giugno 1944 dopo 144 bombardamenti aerei e 6 cannoneggiamenti navali che hanno devastato la città nella Seconda guerra mondiale, San Benedetto viene liberata.

 

informazioni tratte da: www.comunesbt.it e wikipedia 

STRUTTURE RICETTIVE CONSIGLIATE

L’Hotel Mocambo è in seconda fila a soli 30 metri dal mare, in uno dei tratti più belli, suggestivi ed animati della riviera. Gestito direttamente dai proprietari in un ambiente sereno, accogliente e dotato di tutti i comfort. L’albergo è ad appena 80 metri dal centro commerciale e turistico ...
B&B skipper b&b Nel centro di San Benedetto del Tronto, con il mare a due passi, in una casa su più livelli, sorge uno dei più caratteristici e rinomati Bed and Breakfast della Riviera delle Palme. Grazie alla sua posizione centrale, a poche centinaia di metri dal mare, il Bed and Breakfast S...
Situato sullo splendido lungomare di San Benedetto del Tronto, L'Hotel La Pace con il suo ampio giardino dai richiami mediterranei, ti aspetta per regalarti una vacanza su misura in un'atmosfera serena ed accogliente....
L’Hotel Centrale di San Benedetto del Tronto, inizialmente denominato Pensione Centrale, è nato negli anni 60 come pensione; ha scelto la formula Bed & Breakfast dando così piena libertà al cliente rendendolo protagonista del suo soggiorno. Situato in pieno centro a 20 metri dall’isola pedon...
L’ hotel Bernard è un accogliente tre stelle incastonato nello splendido scenario della “Riviera delle Palme“, in posizione esclusiva sul lungomare di San Benedetto del Tronto e a pochi passi dalla spiaggia privata di sabbia finissima. Completamente climatizzato l’hotel e’dotato di tutti...
La locanda è composta da cinque confortevoli camere, arredate con mobili antichi, di cui due matrimoniali con terrazzo e caminetto, due doppie ed una singola, tutte con bagno, telefono, TV e collegamento ad internet; a disposizione servizio fax e bar self-service. The guesthouse is made up of f...
Il B&B DEL CASTELLO accoglie i suoi ospiti in una tipica casa del centro storico di San Benedetto del Tronto finemente ristrutturata e con ampie e luminose camere dotate di ogni comfort. Al mattino potrete godere di una gustosa colazione servita in terrazzo e composta interamente da prodotti biolo...
HOTEL MARCONI Completamente ristrutturato , sorge in una zona verde a pochi passi dal mare. Tutte le camere dispongono di aria condizionata, grandi balconi,servizi privati in marmo con box doccia e phon, telefono diretto,cassaforte elettronica, Tv satellitare 21 canali. Room service 24 ore.Le cam...
b&b Casa Cavour Bed and Breakfast è una piccola struttura di ospitalità situata al centro di San Benedetto del Tronto. Gli ospiti di hanno la possibilità di scegliere tra 4 deliziose camere matrimoniali (se necessario, con terzo letto aggiunto) dotate tutte di bagno, phon, TV LCD 32", connessi...
Avvantaggiato da una posizione particolarmente comoda, Hotel Solarium è ubicato in prima fila mare sul lungomare di San Benedetto del Tronto, la spiaggia è raggiungibile in pochi passi, mentre il centro città’ distante 3 Km è facilmente raggiungibile con Bus di linea davanti hotel....
TAORMINANessuna
...
Il centro vacanze. La struttura è situata all'inizio del Lungomare sud a 100 mt. dalla spiaggia. All'interno: ristorante, bar, sala riunioni, cappella e sala tv con maxi schermo. La casa per ferie offre 45 camere dotate di servizi privati, tv e balcone e 40 appartamenti attrezzati con ogni comf...
...
BAHIANessuna
...
CALABRESINessuna
...
EXCELSIORNessuna
...
IMPERIALNessuna
...
...
REGENTNessuna
...
SABBIADORONessuna
...
SOLARIUMNessuna
...
SPORTINGNessuna
...
...
ARCHIMEDENessuna
...
ARLECCHINONessuna
...
BEAURIVAGENessuna
...
BOLIVARNessuna
...
BOOMERANGNessuna
...
BOVARANessuna
...
CAPRINessuna
...
CONTINENTALNessuna
...
DINONessuna
...
DOMINGONessuna
...
DORIANessuna
...
FENIXNessuna
...
FLORENCENessuna
...
FORTUNANessuna
...
GALILEONessuna
...
GARDENNessuna
...
GIACOMINONessuna
...
GIANCARLONessuna
...
GIRASOLENessuna
...
...
HOLIDAYNessuna
...
LA PALAZZINANessuna
...
LE PALMENessuna
...
LE SOLEILNessuna
...
MADISONNessuna
...
MARE BLUNessuna
...
MARIONessuna
...
MIAMI BEACHNessuna
...
MICHELANGELONessuna
...
NARANessuna
...
OLIMPONessuna
...
PANAMANessuna
...
PARCONessuna
...
PERSICONessuna
...
PETITNessuna
...
PINETANessuna
...
POSEIDONNessuna
...
PRESIDENTNessuna
...
PROGRESSONessuna
...
RELAXNessuna
...
RIVAMARENessuna
...
RIVIERANessuna
...
ROYALNessuna
...
SAN MARCONessuna
...
SAYONARANessuna
...
SETTEBELLONessuna
...
SOLE Nessuna
...
SORAYANessuna
...
SUNRISENessuna
...
SYDNEYNessuna
...
TAMANACONessuna
...
WELCOMENessuna
...
MAJESTICNessuna
...
MEDITERRANEONessuna
...
...
...
ANTARESNessuna
...
BOLOGNANessuna
...
DESIRE'ENessuna
...
FAUSTONessuna
...
FRRRARANessuna
...
FRANKFURTNessuna
...
GIOIANessuna
...
HAITINessuna
...
MAESTRALENessuna
...
...
SAN GIORGIONessuna
...
ZAMPILLONessuna
...
...
SEASIDENessuna
...
...
CAP?RETTINessuna
...
ELENANessuna
...
FLORIDANessuna
...
GIUSEPPINANessuna
...
LA PLAYANessuna
...
MAIORCANessuna
...
MEUBLE'Nessuna
...
NETTUNONessuna
...
PATRIZIANessuna
...
RINANessuna
...
TIZIANANessuna
...
TREVISANINessuna
...
VENEZIANessuna
...
ImperialNessuna
...
...
...
SolariumNessuna
...

prodotti di questo comune

Olive ripiene di pesce

Prezzo €:al kg 20

Caffè del marinaio: caffè della moka, anice, rhum, limone...

Prezzo €:

Le olive all’ascolana sono sicuramente il piatto tradizionale più rappresentativo della gastronomia Marchigiana, apprezzate e conosciute in tutto il mondo.

 

DOVE ACQUISTARLE:

Pasta all'uovo Compagnoni

via del mare 73 - San Benedetto del tronto (AP)

0735/659714

 

 

Prezzo €:al kg 12

Questo apprezzato piatto marinaro ha infatti costituito per secoli il principale elemento, se non l'unico, del pasto dei pescatori.

Prezzo €:

I funghetti dolci sono dolci molto semplici a base di acqua, zucchero, farina e anice. I funghetti dolci sono così chiamati perché hanno l’aspetto di piccoli funghi. In origine si trovavano soltanto sottoforma di “rosetta”, poiché lo zucchero fuso ne teneva uniti diversi, ma avevano la caratteristica di diventare molto duri dopo pochi giorni.

Oggi si trovano anche singoli funghetti molto più piccoli e più teneri, ma leggermente diversi nel gusto rispetto agli originali.
 

informazioni tratte da: http://www.borghitalia.it/html/borgo_it.php?codice_borgo=381&codice=elenco&page=1

 

Pasticceria Porrà

via castelfidardo 42 - San Benedetto del tronto

0735/592282

Prezzo €:
Prezzo €:15

Punti di interesse consigliati

Nessun punto di interesse associato a questo comune

eventi comune

Dal:2010-10-13
Al:2010-10-13
Dal:2010-02-02
Al:2010-02-02

Marrimo Ranieri in concerto

Dal:2009-12-19
Al:2009-12-19

Tombolata e Musei per grandi e piccoli.

Dal:2009-12-23
Al:2009-12-23
Dal:2009-12-25
Al:2009-12-25

DATE DELL'EVENTO:

25 dicembre 2009

1 e 5 gennaio 2010

Dal:2009-06-20
Al:2009-06-27
Dal:2010-01-06
Al:2010-01-06

Festa dell'Epifania

Dal:2009-12-05
Al:2010-02-06

Ricerca antologica e omaggio alla carriera di Salvatore Emblema

Dal:2010-02-02
Al:2010-02-02

Massimo Ranieri

Dal:2010-05-01
Al:2010-05-01
Dal:2010-12-07
Al:2010-12-07

“Fantasmi in Nero” di Luigi Pirandello

Create your own banner at mybannermaker.com!

 

le ultime strutture inserite

Hotel Mirò
L’HOTEL MIRO' si trova nel punto più panoramico di Apiro e gode di una splendida veduta verso il ...
Albergo Centrale San Ginesio
Grazie all’integrale ristrutturazione realizzata di recente, l’Albergo Centrale rappresenta, ogg...
Hotel Solarium
Avvantaggiato da una posizione particolarmente comoda, Hotel Solarium è ubicato in prima fila mare ...
Agriturismo e Country House I MORI
Agriturismo autentico e suggestivo che offre soggiorno, prima colazione e cena, riservata solo agli ...
b&b Piazza del Popolo
“Il B&B Piazza del Popolo, nel centro storico di Ascoli Piceno a pochi passi dall'omonima piazza e...
Casa Angelica
B&B Casa Angelica è situata 2 km dall'uscita del casello autostradale A14 Ancona sud. A solo 10 mi...
Aussiehome
Ascoli Piceno è la città delle 100 torri, piena di storia, arte e cultura. Come si può resistere...
Agruturismo Residence Sinfonie del Bosco
L'Agriturismo Residence Sinfonie del Bosco, origina dalla ristrutturazione di una casa colonica di f...
ANTICA DIMORA Country House
ANTICA DIMORA Country House - Soggiornare ad Antica Dimora significa immergersi nel verde e nel si...
Azienda agricola Michele
Azienda Agricola Biologica Loc. Collina snc 63048 Montemonaco ( AP ) Prodotti:Pane del Contadino lie...

Le Strutture più viste

Appartamento Paradiso Azzurro - Porto Recanati
Appartamento Trilocale al Paradiso Azzurro di Porto Recanati, direttamente sul Mare, Centrale, Supe...
Agruturismo Residence Sinfonie del Bosco
L'Agriturismo Residence Sinfonie del Bosco, origina dalla ristrutturazione di una casa colonica di f...
BELLUCCINessuna
...
Hotel Mirò
L’HOTEL MIRO' si trova nel punto più panoramico di Apiro e gode di una splendida veduta verso il ...
b&b Piazza del Popolo
“Il B&B Piazza del Popolo, nel centro storico di Ascoli Piceno a pochi passi dall'omonima piazza e...

logofooter

MarcheInTour | Via Canova, 5 63030 Monsampolo del Tr. (AP)  Tel 0735 705916 Fax 0735 760115 | info@marcheintour.com

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.126 secondi
Powered by Simplit CMS