Scheda comune

Folignano

Ubicato in una posizione di notevole importanza strategica, al confine con quello che un tempo era il Regno delle due Sicilie, fu a lungo estremo baluardo di difesa della città di Ascoli e frequente teatro di cruente battaglie. Lo testimoniano ancora oggi storici fortilizi quali la Rocca di Morro e il Castello di Folignano. "Castrum Murciae", bastione principale di avanguardia fu conquistato dai romani, dai greci e quindi, nel 578 dal duca di Spoleto, Foroaldo, impietosamente denominato Fieroladro. I primi cenni storici, concernenti Castel Folignano, si evincono da un documento del 1263, allorquando fu saccheggiata dai soldati di Manfredi. L'attuale Folignano, già "Villa Sancti Iennari", solo tra il XVII e il XVIII sec. iniziò ad acquistare il primato sul vicino castello, che continuò ad ospitare la residenza del Podestà.

 

CASTEL FOLIGNANO: Oggi la frazione di Castel Folignano conta circa 150 abitanti e conserva tracce di un passato carico di storia e di tradizioni. E' posizionata al confine con quello che un tempo era il Regno delle Due sicilie. Il Castello (di cui si conservano i ruderi) costituiva una vera e propria roccaforte incombente sulla vallata picena. Sopra i resti del Castello oggi sorge l'attuale ''Palazzo'' con torre Campanaria ed orologio risalente ai primi del secolo. Di Castel Folignano si iniziano a trovare cenni storici dal 1263 quando Manfredi, re delle Due Sicilie, lo saccheggiò con le sue truppe. Secondo la tradizione il centro abitato sorgeva sul colle S. Cipriano intorno ad un presunto monastero dei benedettini nel periodo in cui il Sacro Romano Impero si trovava in disfacimento e non erano ancora sorti i Comuni. Per esigenze di difesa, il borgo si formò intorno al Castello e dopo la costituzione del Regno delle due Sicilie il territorio divenne oggetto di continue incursioni. Nel 1344 fu ceduto da Bonifacio IX al Capitano Tibaldeschi di Ascoli come ricompensa per i servizi prestati contro il Duca di Atri.

Questa notizia potrebbe essere confermata da uno stemma a sei palle della famiglia Tibaldeschi che si trova su una casa rinascimentale che risale al 1557 (oggi casa parrocchiale). In seguito alla guerra tra Spagnoli e Francesi, il Castello di Folignano fu saccheggiato e le pietre utilizzate per ricostruzioni vicine (secondo Carlucci). L'economia del Borgo si basava sull'agricoltura e sulle attività commerciali di botteghe artigianali. Sicuramente anche questa zona non era estranea a fenomeni di brigantaggio, tanto che il Papa inviò un commissario apostolico per reprimere i fuoriusciti a Castel Folignano. Ma in seguito la frazione passò sotto il dominio del governatore della città di Ascoli. Data la ristrettezza del borgo, gli abitanti cominciarono a trasferirsi in una zona più ampia: l'attuale capoluogo denominato prima Villa S. Gennaro (Villa Sancti Iennarii), e poi Villa di Folignano.

Castel Folignano ha profonde tradizioni religiose. C'è una profonda devozione a S. Cipriano, protettore dei bambini. Non si conoscono le motivazioni storiche all'origine di tale venerazione e non si sa neanche se il santo ricopra un tale ruolo anche in altre parti d'Italia o nel mondo. In occasione della festa del Santo, che si svolge nella seconda domenica di settembre, sono diverse centinaia i bambini accompagnati dai genitori che giungono dalle zone più varie ed in particolare dal vicino Abruzzo, per partecipare alla processione e ricevere la benedizione con la reliquia del Santo e la tradizionale medagliola. Nella stessa Chiesa dove si celebra la benedizione, è conservato il famoso Trittico dell'Alemanno risalente al XV° sec. di particolare valore artistico e spirituale (per i periodi e gli orari di visita, consulta la sezione di questo sito "Piceno da Scoprire).

 

informazioni tratte da: http://www.comune.folignano.ap.it/

STRUTTURE RICETTIVE CONSIGLIATE

prodotti di questo comune

Punti di interesse consigliati

Nessun punto di interesse associato a questo comune

eventi comune

Create your own banner at mybannermaker.com!

 

le ultime strutture inserite

Hotel Mirò
L’HOTEL MIRO' si trova nel punto più panoramico di Apiro e gode di una splendida veduta verso il ...
Albergo Centrale San Ginesio
Grazie all’integrale ristrutturazione realizzata di recente, l’Albergo Centrale rappresenta, ogg...
Hotel Solarium
Avvantaggiato da una posizione particolarmente comoda, Hotel Solarium è ubicato in prima fila mare ...
Agriturismo e Country House I MORI
Agriturismo autentico e suggestivo che offre soggiorno, prima colazione e cena, riservata solo agli ...
b&b Piazza del Popolo
“Il B&B Piazza del Popolo, nel centro storico di Ascoli Piceno a pochi passi dall'omonima piazza e...
Casa Angelica
B&B Casa Angelica è situata 2 km dall'uscita del casello autostradale A14 Ancona sud. A solo 10 mi...
Aussiehome
Ascoli Piceno è la città delle 100 torri, piena di storia, arte e cultura. Come si può resistere...
Agruturismo Residence Sinfonie del Bosco
L'Agriturismo Residence Sinfonie del Bosco, origina dalla ristrutturazione di una casa colonica di f...
ANTICA DIMORA Country House
ANTICA DIMORA Country House - Soggiornare ad Antica Dimora significa immergersi nel verde e nel si...
Azienda agricola Michele
Azienda Agricola Biologica Loc. Collina snc 63048 Montemonaco ( AP ) Prodotti:Pane del Contadino lie...

Le Strutture più viste

Appartamento Paradiso Azzurro - Porto Recanati
Appartamento Trilocale al Paradiso Azzurro di Porto Recanati, direttamente sul Mare, Centrale, Supe...
Agruturismo Residence Sinfonie del Bosco
L'Agriturismo Residence Sinfonie del Bosco, origina dalla ristrutturazione di una casa colonica di f...
BELLUCCINessuna
...
Hotel Mirò
L’HOTEL MIRO' si trova nel punto più panoramico di Apiro e gode di una splendida veduta verso il ...
b&b Piazza del Popolo
“Il B&B Piazza del Popolo, nel centro storico di Ascoli Piceno a pochi passi dall'omonima piazza e...

logofooter

MarcheInTour | Via Canova, 5 63030 Monsampolo del Tr. (AP)  Tel 0735 705916 Fax 0735 760115 | info@marcheintour.com

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.047 secondi
Powered by Simplit CMS